Tante gioie per la Scuderia Vesuvio  al Super Master Racing 2013

Agerola (NA) - E’ andata in archivio anche la decima edizione del “Super Master Racing”, il consueto evento di fine anno che si disputa sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno.

Tantissimi i piloti e gli appassionati che si sono ritrovati il 7-8 dicembre alla manifestazione automobilistica, che ha visto i portacolori Scuderia Vesuvio raccogliere numerose vittorie.

Tra le tante c’è da sottolineare il duello, nella specialità Crono, sul filo dei centesimi tra Simone Iaquinta e Piero Nappi, che si sono sfidati a colpi di giri veloci. La vittoria è poi andata a Piero Nappi a bordo di una performante Osella Pa30, mentre per Iaquinta c’è stata la soddisfazione di timbrare il record della pista in 46”,988, a bordo dell’Osella Pa21 CN 2000 “paterna” (il papà Rosario ha disputato il Civm con quest’auto) preparatagli in modo impeccabile dalla Catapano Corse.

Il Super Master Racing è stato diviso in due specialità: Speed (gara di velocità in 12 giri per 4 classi costituite) e Crono (2 Manche da 6 giri per 12 classi costituite). Molti portacolori Scuderia Vesuvio hanno preso parte ad entrambe specialità, conquistando sempre ottimi risultati.

Piero Nappi ha fatto sua la classifica assoluta riservate alle “Sport & Formula” nella modalità Crono, sfruttando al meglio il potenziale della sua Osella Pa30.

Al secondo posto nella specialità Crono, ma mattatore in quella Speed è stato il calabrese Simone Iaquinta, semplicemente impeccabile alla guida dell’Osella Pa21 Cn 2000.

In settima posizione assoluta tra le “Sport & Formula” nella modalità Crono si è piazzato Giovanni Nappi, che si è disimpegnato al meglio con un’Osella Pa 21 Cn 2000.

Sempre tra le “Sport & Formula”, ma in nona posizione si piazza Salvatore Pagano, sempre funambolico con la sua Gloria/Suzuki.

Tra le “Sport & Formula” si è distinto anche Silvio Esposito, che ha chiuso dinanzi agli altri concorrenti di classe E2B/1300 con la sua Elia Avrio/Suzuki.

Ottime prestazioni in entrambe le modalità per Emilio Galiani, che con la sua piccola bomba, la Peugeot 106 E1 1.6, ha conquistato, tra le vetture Turismo, il 3° posto assoluto nella specialità Speed ed il 5° nella Crono.

Sesto tempo assoluto nella specialità Speed tra le vetture Turismo, per Luigi Padovano, Campione Italiano Slalom di gruppo Speciale, alle prese però con qualche problema di affidabilità.

Chiude all’11° posto tra le vetture Turismo nella specialità Crono Gigi Sambuco, grazie alla sua bellissima Fiat 127 curata dalla SAMO Competition.

Alle spalle di Sambuco si piazza un’ottimo Francesco Ametrano, che con la sua Citroen Saxo sopravanza un folto gruppo di concorrenti in Gruppo N 1.600.

Ottimo risultato anche per Acampora Angelo, che fa sua la categoria Storica a bordo della paterna VW Golf Gti 1.600.

Antonio Cappelli fa sua la classe >3000, nonostante qualche noia meccanica che ne ha compromesso la prestazione.

Per PROGRAMMA & DOMANDA ISCRIZIONE CLICCA QUI

ALBUM FOTOGRAFICO CLICCA QUI

CLASSIFICHE CRONO CLICCA QUI

CLASSIFICA SPEED CLICCA QUI